Indice Corsi

QUALITA


  • CORSO BASE SULLA NORMATIVA DEL SETTORE AUTOMOTIVE

    Lo Standard IATF 16949:2016 ha sostituito dall’ottobre 2016 la Specifica Tecnica ISO/TS 16949:2009 ed è basato, come la precedente, sulla Norma ISO 9001:2015. Deve essere utilizzato insieme a quest’ultima e costituisce il supplemento normativo per le aziende manifatturiere che operano nel settore automotive. I requisiti presenti nello Standard sono di differente complessità e richiedono risorse e competenze adeguate per riuscire a soddisfarli con la concretezza necessaria: un’aderenza puramente formale, a fronte di una riduzione dell’impegno e dei costi connessi, vanifica completamente il vantaggio competitivo ottenibile nei confronti di aziende che non utilizzano metodi e tecniche industrialmente avanzati e coerenti con gli obiettivi aziendali. Il corso di formazione offre un approccio consapevole alla normazione nel settore automotive, e specificatamente allo Standard IATF 16949:2016, uno strumento di gestione che offre notevoli opportunità per accrescere la competitività delle imprese manifatturiere che operano nell’automotive, settore strategico per la crescita del nostro territorio. Saranno resi evidenti e chiari, sia sul piano commerciale che sul piano tecnico e tecnologico, i vantaggi ottenibili da un approccio consapevole su aspetti importanti, quali ad esempio: - la riduzione degli elementi di incertezza tecnico-gestionale nei rapporti con i clienti derivante dalla presa in carico strutturata dei loro requisiti specifici - il miglioramento dell’affidabilità dei prodotti di propria progettazione e della conformità alle specifiche di quelli industrializzati internamente come conseguenza dell’adozione di tecniche di analisi preventiva l’incremento della produttività legato a tecniche avanzate di manutenzione preventiva e predittiva - l’ottimizzazione dei processi produttivi e dei sistemi di controllo attraverso - l’approvazione iniziale per nuovi prodotti / processi - la minimizzazione delle inefficienze dovute agli errori umani attraverso l’adozione di idonei dispositivi anti-errore - la riduzione dei rischi collegati alla responsabilità dall’immissione sul mercato di prodotti difettosi

    » Corso a catalogo

  • CSQ: IL CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ PER ATTRIBUTI

    Scopo del controllo qualità per attributi, sia al ricevimento (Accettazione Arrivi) che sul prodotto finito (Qualità Uscente), è di verificare che i lotti approvvigionati o da fornire al cliente siano esenti da difetti o non ne presentino in misura maggiore del convenuto. Per condurre questa verifica in modo attendibile e ad un costo accettabile è necessario utilizzare metodi statistici consolidati.

    Il corso si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze teoriche e pratiche per eseguire controlli per attributi secondo i criteri, i metodi e le tecniche riportate nelle norme ISO Serie 2859.

    Riferimenti: UNI ISO 2859.1: Procedimenti di campionamento nell’ispezione per attributi - Schemi di campionamento indicizzati secondo l’AQL nelle ispezioni lotto per lotto

    » Corso a catalogo

  • FTA - L'ANALISI DEI GUASTI CRITICI DEI PRODOTTI

    Il Fault Tree Analysis (FTA) - Analisi dell'Albero dei Guasti - è un metodo basato su strutture grafiche ramificate per identificare le condizioni che possono dare luogo a guasti di componenti/sistemi e analizzare cause, probabilità di accadimento e conseguenze.

    Il metodo, complementare all'analisi FMEA, consiste nel determinare relazioni causa-effetto fra un evento di guasto a livello di sistema e le combinazioni di guasto a livello inferiore. Esso trova applicazione per guasti che avvengono nella vita del prodotto ed è quindi legato alle analisi affidabilistiche dei componenti che formano il sistema in esame. Il corso si propone di fornire ai partecipanti i concetti di base necessari per impostare analisi FTA.

    Il riferimento utilizzato sarà la VDA 4 "Quality Assurance prior to Serial Application"

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 16/09/2020

  • I REQUISITI DELLA NORMA ISO 9001:2015

    La norma ISO 9001:2015 definisce i requisiti per realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità finalizzato a dimostrare la capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e quelli cogenti, e ad accrescere la soddisfazione del cliente.

    Con l’aggiornamento normativo del 2015, si è inteso innalzare il sistema di gestione per la qualità a livello di strumento per attuare la strategia aziendale; con la volontà di perseguire questo obiettivo si spiega l’introduzione di requisiti che mirano alla gestione dei fattori del contesto che influenzano la capacità dell’organizzazione di raggiungere i propri obiettivi, alla gestione delle esigenze ed aspettative degli stakeholder e alla gestione dei rischi di insoddisfazione del cliente (e di tutte le parti interessate) e delle opportunità.

    Merita ancora evidenziare l’opportunità, rispetto alla precedente revisione, di una più facile integrazione con gli altri sistemi di gestione e di drastica riduzione della documentazione e dei formalismi precedentemente necessari.

    » Corso a catalogo

  • IATF 16949:2016 - LO STANDARD INTERNAZIONALE PER IL SETTORE AUTOMOTIVE

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 28/01/2020

  • LA GESTIONE DEI RISCHI DEI PROCESSI AZIENDALI ATTRAVERSO LA TECNICA FMEA

    La ISO 9001:2015 definsce il rischio come "l'effetto dell'incertezza" e richiede che nell'approccio per processi sia utilizzato il risk-based-thnking determinando i fattori di possibili scostamenti tra gli obiettivi prefissati e i risultati ottenuti e agendo per minimizzarne gli effetti negativi e coglierne le possibili opportunità.

    Fra le diverse tecniche di gestione dei rischi una posizione particolare è occupata dalla FMEA (Failure Mode & Effect Analysis): tale tecnica può essere vantaggiosamente utilizzata nei processi aziendali diversi da quelli strettamente produttivi, e contribuire efficacemente ad ottemperare a quanto richiesto dalla normativa anche per tali processi.

    Nota: I riferimenti utilizzati saranno il Manuale AIAG FMEA ed. 4 e la guida ANFIA AQ-009 ed.2

    » Corso a catalogo

  • LA NORMA AS/EN 9100 (AREOSPAZIALE)

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 17/11/2020

  • LA NORMA ISO 9001:2015

    La norma ISO 9001:2015 definisce i requisiti per realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità finalizzato a dimostrare la capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e quelli cogenti, e ad accrescere la soddisfazione del cliente.

    Con l’aggiornamento normativo del 2015, si è inteso innalzare il sistema di gestione per la qualità a livello di strumento per attuare la strategia aziendale; con la volontà di perseguire questo obiettivo si spiega l’introduzione di requisiti che mirano alla gestione dei fattori del contesto che influenzano la capacità dell’organizzazione di raggiungere i propri obiettivi, alla gestione delle esigenze ed aspettative degli stakeholder e alla gestione dei rischi di insoddisfazione del cliente (e di tutte le parti interessate) e delle opportunità.

    Merita ancora evidenziare l’opportunità, rispetto alla precedente revisione, di una più facile integrazione con gli altri sistemi di gestione e di drastica riduzione della documentazione e dei formalismi precedentemente necessari.

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 14/10/2020

  • LA NORMA UNI ISO 45001

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 02/04/2020

  • LO STANDARD ISO 31000 PER LA GESTIONE DEL RISCHIO

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 22/06/2020

  • METODI E TECNICHE PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO

    Il Miglioramento continuo, noto anche come Kaizen, ha come obiettivo l'incremento progressivo delle prestazioni dei processi aziendali: esso si fonda sul ciclo PDCA (Plan, Do, Check, Act) e sulle interazioni fra processi basate sull'approccio cliente - fornitore interno, ed è mirato al pieno soddisfacimento dei requisiti del cliente esterno.

    A differenza delle azioni correttive, necessarie per evitare il ripetersi di problemi già verificatisi, e delle azioni preventive, mirate ad evitare che i rischi di insorgenza di problemi potenziali sfocino nel loro effettivo veriricarsi, il miglioramento continuo si basa sulla presenza di opportunità e sulla capacità del personale di coglierle e trasformarle in risultati di livello più elevato di quelli precedenti.

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 19/02/2020

  • STANDARD UNI EN ISO 50001

    Il SGE ISO 50001:2018 consente di avere una chiara strategia volta alla riduzione dei costi energetici. Le imprese certificate riescono a gestire in maniera ottimale gli aspetti energetici critici nel contesto aziendale riducendo gli sprechi ed efficientando i processi. La Nuova Norma, inoltre, consente inoltre una maggiore integrazione con gli altri Sistemi di Gestione della famiglia ISO. Il corso si propone di far acquisire ai partecipanti le conoscenze necessarie a progettare il SGE in conformità all'edizione 2018 e apportare le modifiche e integrazioni ai SGE già certificati per allinearli al nuovo standard.

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 26/05/2020