Indice Corsi

QUALITA


  • CSQ - IL CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ

    Corso del mese sconto del 15%

    Scopo del controllo qualità per attributi, sia al ricevimento (Accettazione Arrivi) che sul prodotto finito (Qualità Uscente), è di verificare che i lotti approvvigionati o da fornire al cliente siano esenti da difetti o non ne presentino in misura maggiore del convenuto. Per condurre questa verifica in modo attendibile e ad un costo accettabile è necessario utilizzare metodi statistici consolidati.

    Il corso si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze teoriche e pratiche per eseguire controlli per attributi secondo i criteri, i metodi e le tecniche riportate nelle norme ISO Serie 2859.

    Riferimenti: UNI ISO 2859.1: Procedimenti di campionamento nell’ispezione per attributi - Schemi di campionamento indicizzati secondo l’AQL nelle ispezioni lotto per lotto

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 16/05/2019

  • FTA - L'ANALISI DEI GUASTI CRITICI DEI PRODOTTI

    Il Fault Tree Analysis (FTA) - Analisi dell'Albero dei Guasti - è un metodo basato su strutture grafiche ramificate per identificare le condizioni che possono dare luogo a guasti di componenti/sistemi e analizzare cause, probabilità di accadimento e conseguenze.

    Il metodo, complementare all'analisi FMEA, consiste nel determinare relazioni causa-effetto fra un evento di guasto a livello di sistema e le combinazioni di guasto a livello inferiore. Esso trova applicazione per guasti che avvengono nella vita del prodotto ed è quindi legato alle analisi affidabilistiche dei componenti che formano il sistema in esame. Il corso si propone di fornire ai partecipanti i concetti di base necessari per impostare analisi FTA.

    Il riferimento utilizzato sarà la VDA 4 "Quality Assurance prior to Serial Application"

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 14/11/2019

  • I REQUISITI DELLA NORMA ISO 9001:2015

    La norma ISO 9001:2015 definisce i requisiti per realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità finalizzato a dimostrare la capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e quelli cogenti, e ad accrescere la soddisfazione del cliente.

    Con l’aggiornamento normativo del 2015, si è inteso innalzare il sistema di gestione per la qualità a livello di strumento per attuare la strategia aziendale; con la volontà di perseguire questo obiettivo si spiega l’introduzione di requisiti che mirano alla gestione dei fattori del contesto che influenzano la capacità dell’organizzazione di raggiungere i propri obiettivi, alla gestione delle esigenze ed aspettative degli stakeholder e alla gestione dei rischi di insoddisfazione del cliente (e di tutte le parti interessate) e delle opportunità.

    Merita ancora evidenziare l’opportunità, rispetto alla precedente revisione, di una più facile integrazione con gli altri sistemi di gestione e di drastica riduzione della documentazione e dei formalismi precedentemente necessari.

    » Corso a catalogo

  • LA GESTIONE DEI RISCHI DEI PROCESSI AZIENDALI ATTRAVERSO LA TECNICA FMEA

    La ISO 9001:2015 definsce il rischio come "l'effetto dell'incertezza" e richiede che nell'approccio per processi sia utilizzato il risk-based-thnking determinando i fattori di possibili scostamenti tra gli obiettivi prefissati e i risultati ottenuti e agendo per minimizzarne gli effetti negativi e coglierne le possibili opportunità.

    Fra le diverse tecniche di gestione dei rischi una posizione particolare è occupata dalla FMEA (Failure Mode & Effect Analysis): tale tecnica può essere vantaggiosamente utilizzata nei processi aziendali diversi da quelli strettamente produttivi, e contribuire efficacemente ad ottemperare a quanto richiesto dalla normativa anche per tali processi.

    Nota: I riferimenti utilizzati saranno il Manuale AIAG FMEA ed. 4 e la guida ANFIA AQ-009 ed.2

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 18/03/2019

  • SPC - IL CONTROLLO STATISTICO DI PRODOTTO

    Nei processi di fabbricazione in serie è importante assicurare il rispetto delle specifiche di prodotto mediante l’utilizzo degli indici di capability Pp-Ppk e Cp-Cpk.

    In quest’ottica il corso si propone di fornire ai partecipanti le nozioni per impostare il controllo di un processo produttivo di serie utilizzando correttamente i due strumenti statistici fondamentali dell’SPC: l’analisi della variabilità, per determinarne la capability, e le carte di controllo per variabili, per verificare il mantenimento nel tempo di tale capacità.

    Il riferimento utilizzato sarà il Manuale AIAG-SPC Ed. 2

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 19/09/2019