Indice Corsi

QUALITA


  • INTEGRAZIONE DEI SISTEMI DI QUALITÀ, SICUREZZA E AMBIENTE (CCNL METALMECCANICO)

    Obiettivi del corso - fornire le conoscenze sulle norme ISO relative ai sistemi di gestione per la qualità - sicurezza - ambiente - favorire la comprensione sulle modalità di integrazione dei sistemi di gestione

    » Edizione da programmare.

  • FTA - FAULT TREE ANALYSIS (CCNL METALMECCANICO)

    l Fault Tree Analysis (FTA) - Analisi dell'Albero dei Guasti - è un metodo basato su strutture grafiche ramificate per identificare le condizioni che possono dare luogo a guasti di componenti/sistemi e analizzare cause, probabilità di accadimento e conseguenze. Il metodo, complementare all'analisi FMEA, consiste nel determinare relazioni causa-effetto fra un evento di guasto a livello di sistema e le combinazioni di guasto a livello inferiore. Esso trova applicazione per guasti che avvengono nella vita del prodotto ed è quindi legato alle analisi affidabilistiche dei componenti che formano il sistema in esame. Il corso si propone di fornire ai partecipanti i concetti di base necessari per impostare analisi FTA. Il riferimento utilizzato sarà la VDA 4 "Quality Assurance prior to Serial Application"

    » Edizione da programmare.

  • FTA - L'ANALISI DEI GUASTI CRITICI DEI PRODOTTI

    Il Fault Tree Analysis (FTA) - Analisi dell'Albero dei Guasti - è un metodo basato su strutture grafiche ramificate per identificare le condizioni che possono dare luogo a guasti di componenti/sistemi e analizzare cause, probabilità di accadimento e conseguenze.

    Il metodo, complementare all'analisi FMEA, consiste nel determinare relazioni causa-effetto fra un evento di guasto a livello di sistema e le combinazioni di guasto a livello inferiore. Esso trova applicazione per guasti che avvengono nella vita del prodotto ed è quindi legato alle analisi affidabilistiche dei componenti che formano il sistema in esame. Il corso si propone di fornire ai partecipanti i concetti di base necessari per impostare analisi FTA.

    Il riferimento utilizzato sarà la VDA 4 "Quality Assurance prior to Serial Application"

    » Corso a catalogo

  • GLI AGGIORNAMENTI DELLA NORMA ISO 9001 (CCNL METALMECCANICO)

    La norma ISO 9001:2015 definisce i re­quisiti per realizzare un Sistema di Ge­stione per la Qualità finalizzato a dimo­strare la capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e quelli cogenti, e ad accrescere la soddisfa­zione del cliente. Con l’aggiornamento normativo del 2015, si è inteso innalza­re il sistema di gestione per la qualità a livello di strumento per attuare la stra­tegia aziendale.

    » Edizione da programmare.

  • I COSTI DELLA NON QUALITÀ (CCNL METALMECCANICO)

    » Edizione da programmare.

  • I REQUISITI DELLA NORMA ISO 9001:2015

    La norma ISO 9001:2015 definisce i requisiti per realizzare un Sistema di Gestione per la Qualità finalizzato a dimostrare la capacità di fornire prodotti che soddisfano i requisiti del cliente e quelli cogenti, e ad accrescere la soddisfazione del cliente.

    Con l’aggiornamento normativo del 2015, si è inteso innalzare il sistema di gestione per la qualità a livello di strumento per attuare la strategia aziendale; con la volontà di perseguire questo obiettivo si spiega l’introduzione di requisiti che mirano alla gestione dei fattori del contesto che influenzano la capacità dell’organizzazione di raggiungere i propri obiettivi, alla gestione delle esigenze ed aspettative degli stakeholder e alla gestione dei rischi di insoddisfazione del cliente (e di tutte le parti interessate) e delle opportunità.

    Merita ancora evidenziare l’opportunità, rispetto alla precedente revisione, di una più facile integrazione con gli altri sistemi di gestione e di drastica riduzione della documentazione e dei formalismi precedentemente necessari.

    » Corso a catalogo

  • IL CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ PER ATTRIBUTI - CSQ

    Scopo del controllo qualità per attributi, sia al ricevimento (Accettazione Arrivi) che sul prodotto finito (Qualità Uscente), è di verificare che i lotti approvvigionati o da fornire al cliente siano esenti da difetti o non ne presentino in misura maggiore del convenuto. Per condurre questa verifica in modo attendibile e ad un costo accettabile è necessario utilizzare metodi statistici consolidati.

    Il corso si propone di fornire ai partecipanti le conoscenze teoriche e pratiche per eseguire controlli per attributi secondo i criteri, i metodi e le tecniche riportate nelle norme ISO Serie 2859.

    Riferimenti: UNI ISO 2859.1: Procedimenti di campionamento nell’ispezione per attributi - Schemi di campionamento indicizzati secondo l’AQL nelle ispezioni lotto per lotto

    » Corso a catalogo

  • IL CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO PER VARIABILI - SPC

    Nei processi di fabbricazione in serie è importante assicurare il rispetto delle specifiche di prodotto mediante l’utilizzo degli indici di capability Pp-Ppk e Cp-Cpk.

    In quest’ottica il corso si propone di fornire ai partecipanti le nozioni per impostare il controllo di un processo produttivo di serie utilizzando correttamente i due strumenti statistici fondamentali dell’SPC: l’analisi della variabilità, per determinarne la capability, e le carte di controllo per variabili, per verificare il mantenimento nel tempo di tale capacità.

    Il riferimento utilizzato sarà il Manuale AIAG-SPC Ed. 2

    » Corso a catalogo

  • LA GESTIONE DEI RISCHI DEI PROCESSI AZIENDALI ATTRAVERSO LA TECNICA FMEA

    La ISO 9001:2015 definsce il rischio come "l'effetto dell'incertezza" e richiede che nell'approccio per processi sia utilizzato il risk-based-thnking determinando i fattori di possibili scostamenti tra gli obiettivi prefissati e i risultati ottenuti e agendo per minimizzarne gli effetti negativi e coglierne le possibili opportunità.

    Fra le diverse tecniche di gestione dei rischi una posizione particolare è occupata dalla FMEA (Failure Mode & Effect Analysis): tale tecnica può essere vantaggiosamente utilizzata nei processi aziendali diversi da quelli strettamente produttivi, e contribuire efficacemente ad ottemperare a quanto richiesto dalla normativa anche per tali processi.

    Nota: I riferimenti utilizzati saranno il Manuale AIAG FMEA ed. 4 e la guida ANFIA AQ-009 ed.2

    » Corso a catalogo

  • MIGLIORAMENTO CONTINUO IN AMBITO TECNICO PRODUTTIVO

    Il Miglioramento continuo, noto anche come Kaizen, ha come obiettivo l'incremento progressivo delle prestazioni dei processi aziendali: esso si fonda sul ciclo PDCA (Plan, Do, Check, Act) e sulle interazioni fra processi basate sull'approccio cliente - fornitore interno, ed è mirato al pieno soddisfacimento dei requisiti del cliente esterno.

    A differenza delle azioni correttive, necessarie per evitare il ripetersi di problemi già verificatisi, e delle azioni preventive, mirate ad evitare che i rischi di insorgenza di problemi potenziali sfocino nel loro effettivo veriricarsi, il miglioramento continuo si basa sulla presenza di opportunità e sulla capacità del personale di coglierle e trasformarle in risultati di livello più elevato di quelli precedenti.

    » Corso a catalogo

  • RESPONSABILITÀ QUALITÀ: DAL RUOLO ALLA LEADERSHIP

    Si sa, ci sono aziende eccellenti e altre che resistono al cambiamento. Nelle imprese che si trasformano il ruolo del Responsabile Qualità può essere agito con una funzione di facilitazione, interazione e integrazione al fine di accompagnare in modo sempre più efficace l'evoluzione dell'impresa.

    Il corso si propone di aiutare a superare i modelli tradizionali per far emergere nuove modalità di lavoro e di esercizio della funzione, sia per diffondere le scelte strategiche aziendali e sia per sviluppare efficacemente il sistema di gestione per la qualità aziendale in relazione alle esigenze degli stakeholder e tenendo sullo sfondo le richieste della normativa di certificazione ISO 9001:2015.

    Pertanto l'obiettivo prioritario del corso è fornire le conoscenze necessarie al Responsabile Qualità utili ad assumere un approccio orientato alla leadership nell'esercizio del ruolo per favorire al meglio la gestione dei tre orizzonti temporali del business aziendale: breve, medio, lungo termine.

    » Corso a catalogo