Indice Corsi

MANAGEMENT, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE


  • ABITARE E VIVERE CON CONSAPEVOLEZZA E PROATTIVITÀ - LE 4 STANZE DEL CAMBIAMENTO PER LO SVILUPPO DELLE PERSONE E DELLE ORGANIZZAZIONI


    SKILLAB DIGITAL LEARNING

    MODALITA' WEBINAR

    Le persone vivono il cambiamento in modo soggettivo e lo attraversano con stati emotivi diversi. Ad ogni stato emotivo corrispondono comportamenti specifici che, identificati, permettono a chi li riconosce di adottare la comunicazione più efficace per accompagnare e motivare verso il cambiamento.
    Il corso offre gli strumenti per riconoscere e gestire i diversi stati emotivi ed attivare un nuovo mindset per gestire con efficacia il cambiamento.

    OBIETTIVI

    - Attivare modalità efficaci per affrontare sfide e cambiamenti
    - Riconoscere e gestire le emozioni che le persone vivono nei cambiamenti
    - Adottare I comportamenti più adeguati per guidare e supportare le persone nei processi di cambiamento

    » Corso a catalogo

  • AGILE, IN PRATICA - SPERIMENTIAMO AGILE CONCRETAMENTE E COMPRENDIAMO COME APPLICARLO NELLE NOSTRE AZIENDE PER AVERNE UN VANTAGGIO COMPETITIVO


    Worshop gratuito
    L'approccio Agile per gestire incertezza e imprevedibilità dei mercati.
    Pensare Agile significa stimolare la capacità di reagire ai cambiamenti, adattarsi ed evolvere con la stessa velocità con cui si evolvono le esigenze degli utenti, del mercato e della tecnologia e saper rispondere in modo rapido anche ad aspetti non pianificati.
    Un incontro nel quale sarà illustrata la metodologia Agile e si sperimenterà come lavora un vero Team Agile per migliorare costantemente prodotti e servizi in base alle esigenze del cliente.

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 15/12/2022

  • AGILE, IN PRATICA - SPERIMENTIAMO AGILE CONCRETAMENTE E COMPRENDIAMO COME APPLICARLO NELLE NOSTRE AZIENDE PER AVERNE UN VANTAGGIO COMPETITIVO

    Incertezza e imprevedibilità del mercato oggi rendono necessario un differente approccio al lavoro. Arrivare prima sul mercato con prodotti e servizi di qualità e diminuire i rischi di investimenti errati è diventata questione di sopravvivenza. Serve un approccio Agile. Pensare Agile significa stimolare la capacità di reagire ai cambiamenti, adattarsi ed evolvere con la stessa velocità con cui si evolvono le esigenze degli utenti, del mercato e della tecnologia e saper rispondere in modo rapido anche ad aspetti non pianificati. Agile è la capacità di ripianificare continuamente che cosa fare per cogliere le opportunità che emergono dall'ambiente in cui si opera. Come fa lo stormo di uccelli in natura che è auto-organizzato (non ha un capo) e si scambia continuamente informazioni in modo da decidere ruoli e posizioni di volo adattandole dinamicamente, per stancarsi il meno possibile, così capiremo come i team auto-organizzati possono lavorare per migliorare costantemente prodotti e servizi in base alle esigenze del cliente.

    » Corso a catalogo

  • ANALYTICS E SOSTENIBILITÀ: STRUTTURARE IN MODO EFFICACE LA RACCOLTA DEI DATI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ

    NOVITA'

    Il tema della sostenibilità aziendale è sempre più attuale. A partire da gennaio 2017 (con il decreto legislativo 254 del 30/12/2016), le grandi aziende sono obbligate a comunicare all’esterno dati di carattere non finanziario.
    Di fatto, vi è l’obbligo per queste aziende, di predisporre un bilancio di sostenibilità alla chiusura di ogni esercizio. Questo documento espone la vision e lo stato attuale delle performance aziendale in chiave non finanziaria. Il 21 aprile 2021, la Commissione Europea pubblicato la sua proposta di CSRD (Corporate Sustainability Reporting Directive) a seguito del processo di revisione della Non Financial Reporting Directive (NFRD). Con la nuova proposta, l’obbligo di rendicontazione verrà esteso e sempre più imprese avranno necessità di redigere il bilancio di sostenibilità.
    La tematica è regolamentata da due principali fonti: - la prima è emanata dall’ONU, che ha definito 17 obiettivi della sostenibilità (SDG | sustainability development goal); - la seconda è composta dai GRI Standard (Global Index Report), emanati dalla Commissione Mondiale sull'Ambiente.
    Il Corso ha lo scopo di fare chiarezza su come raccogliere e gestire i dati inerenti alla sostenibilità, un’esigenza che si sta manifestando sempre di più nelle aziende alla luce delle nuove normative.

    Sede: SKILLAB - Corso Stati Uniti 38 - Torino

    » Edizione del 05/12/2022

  • COMUNICAZIONE DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE E DEL PSCL

    Con il Decreto del 12 maggio 2021 (pubblicato in G.U. il 26/05/21) il Ministero della Transazione Ecologica ha indicato le modalità attuative per l'adozione della figura di Mobility Manager in azienda e, di recente, con decreto del 4 agosto 2021, sono state approvate le Linee guida per la redazione e l'implementazione dei PSCL - Piani degli Spostamenti Casa-Lavoro da parte dei Mobility Manager. La nuova funzione aziendale del MM ha competenze interdisciplinari, svolge una funzione chiave nel processo di individuazione e promozione di soluzioni ottimali di mobilità sostenibile nell'ambito degli spostamenti di lavoro. Elabora il Piano di Spostamento Casa-Lavoro (PSCL) al fine di mappare e riorganizzare i tragitti giornalieri casa-lavoro del personale dipendente in ottica di ottimizzazione degli spostamenti sistematici e riduzione dell'uso dell'auto privata. Una competenza specifica del MM è la necessaria capacità di comunicare in modo efficace ed empatico il Piano elaborato a tutti gli stakeholder coinvolti. Il corso, svolto in collaborazione con Impronta48, fornisce gli strumenti e metodi per supportare il MM in modo che possa tornare in azienda con una bozza realistica del proprio piano di comunicazione del PSCL.

    » Corso a catalogo

  • CYBERSECURITY: ASPETTI STRATEGICI, ORGANIZZATIVI E TECNICI

    L'attuale evoluzione tecnologica sta portando a un sempre più massiccio e diffuso utilizzo di reti e sistemi informatici nei più svariati settori, da quello automobilistico a quello aerospaziale, dalla domotica all'automazione di generici processi produttivi ed altri ancora.Questa evoluzione offre molte opportunità, ma comporta anche dei rischi perché spesso le aziende non hanno la reale percezione di ciò che succede e gli sviluppatori e i gestori dei sistemi non hanno conoscenze adeguate per comprendere le debolezze delle tecnologie IT utilizzate, e per implementare adeguate contromisure per i possibili attacchi.
    Scopo di questo percorso formativo è fornire la consapevolezza dei rischi che si corrono e delineare le strategie tecniche ed organizzative per mitigare questi rischi.
    Il percorso è, in particolare, rivolto ai differenti attori della stessa azienda che si occupano, o si dovranno occupare, con specifiche e adeguate competenze, della sicurezza informatica: dai quadri dirigenziali (Modulo1) ai quadri tecnici (Modulo2). Oltre a queste conoscenze, verrà anche fornita e discussa una checklist di base per una rapida analisi dello stato di salute aziendale relativo agli aspetti di cybersecurity e fornito un panorama sui possibili finanziamenti e misure di accompagnamento alla trasformazione digitale.
    In collaborazione con il Prof. Lioy del Dipartimento di Automatica e Informatici(DAUIN) del Politecnico di Torino.

    » Corso a catalogo

  • E-MOBILITY

    Con il Decreto del 12 maggio 2021 (pubblicato in G.U. il 26/05/21) il Ministero della Transazione Ecologica ha indicato le modalità attuative per l'adozione della figura di Mobility Manager in azienda e, di recente, con decreto del 4 agosto 2021, sono state approvate le Linee guida per la redazione e l'implementazione dei PSCL - Piani degli Spostamenti Casa-Lavoro da parte dei Mobility Manager. La nuova funzione aziendale del Mobility Manager ha competenze interdisciplinari, svolge una funzione chiave nel processo di individuazione e promozione di soluzioni ottimali di mobilità sostenibile nell'ambito degli spostamenti di lavoro. Elabora il Piano di Spostamento Casa-Lavoro (PSCL) al fine di mappare e riorganizzare i tragitti giornalieri casa-lavoro del personale dipendente in ottica di ottimizzazione degli spostamenti sistematici e riduzione dell'uso dell'auto privata. Il corso, svolto in collaborazione con Impronta48, fornisce una chiara visione di quali sono le possibili soluzioni di e-mobility e soluzioni innovative a disposizione del Mobility Manager.

    » Corso a catalogo

  • IL MOBILITY MANAGER IN AZIENDA

    Con il Decreto del 12 maggio 2021 (pubblicato in G.U. il 26/05/21) il Ministero della Transazione Ecologica ha indicato le modalità attuative per l'adozione della figura di Mobility Manager in azienda e di recente, con decreto del 4 agosto 2021, sono state approvate le Linee guida per la redazione e l'implementazione dei PSCL - Piani degli Spostamenti Casa-Lavoro da parte dei Mobility Manager. Si tratta di una nuova funzione aziendale, con competenze interdisciplinari, che svolge una funzione chiave nel processo di individuazione e promozione di soluzioni ottimali di mobilità sostenibile nell'ambito degli spostamenti di lavoro. Compito principale del Mobility Manager è, infatti, quello di supportare la direzione nelle attività di decisione, pianificazione, programmazione, gestione e promozione di tali soluzioni al fine di ridurre l'impatto ambientale derivante dal traffico veicolare privato.

    » Corso a catalogo

  • LE ORGANIZZAZIONI POSITIVE - PRATICHE E STRUMENTI PER COSTRUIRE E GESTIRE ORGANIZZAZIONI POSITIVE AUMENTANDO BENESSERE E BUSINESS


    SKILLAB DIGITAL LEARNING

    MODALITA' WEBINAR

    Le Organizzazioni Positive sono uno dei più innovativi paradigmi culturali che si stanno dimostrando capaci di innestare, nelle organizzazioni, pratiche e processi virtuosi, in grado di incrementare i livelli di business, produttività, creatività e performances.
    Gli studi scientifici da tempo dimostrano come la cultura della Positività e la Leadership Positiva siano alla base dell'engagement, della motivazione e del profitto.
    Occorre individuare strategie sostenibili e praticabili che permettono all'azienda di crescere, migliorare e creare vantaggi competitivi.

    Obiettivo
    Il corso intende favorire la consapevolezza dell'impatto che i modelli tradizionali di fare impresa hanno sul business, allargare lo sguardo verso i nuovi orizzonti delle Organizzazioni positive, e sviluppare soluzioni concrete per manager e leader che vogliono avviare un processo di trasformazione aziendale garantendo motivazione, crescita, benessere.
    Partendo da un approfondimento sulle strutture organizzative, in termini di processi, motivazioni e comunicazione, si svilupperanno prototipi innovativi per migliorare le prestazioni aziendali e si promuoverà un nuovo modo di condurre le organizzazioni facendo leva sulle capacità del team e del singolo per giungere ad un processo di Positivizzazione Organizzativa.

    » Corso a catalogo

  • LEAN KATA

    Il Lean Kata è un metodo innovativo di management, introdotto da Mike Rother nel suo best-seller Toyota Kata, che fornisce i mezzi per sostenere quotidianamente il miglioramento continuo, allineando i team e focalizzandone gli sforzi verso il raggiungimento di obiettivi sfidanti.
    La logica che sottende il metodo del Lean Kata e il suo obiettivo principale, sono quelli di "creare una cultura organizzativa orientata al miglioramento continuo e all’adattabilità da parte di tutti nelle organizzazioni, su qualsiasi processo di produzione o d’ufficio, grazie a una sperimentazione quotidiana, a piccoli passi, che, se svolta con disciplina, determinazione e supporto organizzativo, porta a risultati cumulativi straordinari."(Mike Rother)

    » Corso a catalogo

  • PROJECT MANAGEMENT: METODOLOGIE, STRUMENTI E DINAMICHE PER CONDURRE UN PROGETTO AL SUCCESSO

    Il progetto è la pianificazione puntuale delle iniziative che l'impresa promuove per migliorare le proprie prestazioni. Il Project Management sintetizza la gestione e il controllo delle attività necessarie per realizzare gli obiettivi di progetto; pertanto il Project Management ha una funzione di rilevo strategico in quanto assicura il successo dei progetti commerciali, d'ingegneria e di miglioramento dei processi operativi. L'obiettivo del corso è descrivere, dimostrare, applicare tecniche e strumenti operativo-comportamentali per la gestione efficace ed efficiente dei progetti d'impresa.

    » Corso a catalogo

  • SFIDE MANAGERIALI PER LA TRASFORMAZIONE DIGITALE PER PMI

    La digitalizzazione di processi e prodotti è ormai uno dei pilastri della competitività delle imprese. Per poter cogliere tutte le opportunità che essa offre, alle imprese italiane viene richiesto un percorso di trasformazione, organizzativa, tecnologica e di processo, che conduca a maggiore efficienza e a nuove forme di innovazione. La trasformazione digitale implica infatti visione integrata ed approccio strutturato del digitale nell’organizzazione, nel modo di gestire il business e nel rapporto con clienti e fornitori. Per il supporto alle PMI del nostro Territorio su questi obiettivi sono disponibili, nei loro rispettivi ruoli ed in sinergia tra loro, il Digital Innovation Hub del Piemonte, il Politecnico di Torino e Skillab. Da qui l’esigenza di proporre un adeguato approccio strategico, organizzativo ed operativo per accompagnare in particolare le PMI, cuore dell’economia italiana, nel processo di digitalizzazione.

    » Corso a catalogo

  • SUPPLY CHAIN 4.0

    Un percorso sulla “Supply Chain 4.0” per una gestione prestazionale ed efficiente nei processi di approvvigionamento, produzione e distribuzione tra i diversi attori di una filiera produttiva. L’obiettivo è di creare un unico ecosistema capace di armonizzare e gestire in maniera integrata ed efficace i flussi logistici. Le attuali Supply Chain rischiano di diventare inefficienti e poco competitive qualora non sappiano trarre vantaggio dalle tecnologie della Trasformazione Digitale. La Supply Chain 4.0 riduce le difficoltà di svolgere attività a distanza, non conosce confini territoriali, non conosce sprechi. L’introduzione di più tecnologie 4.0 (dall’Intelligenza Artificiale all’ Internet delle Cose, ai Big Data, alla blockchain, etc) unitamente ad una crescita diffusa delle competenze delle persone in azienda possono caratterizzare e costituire la strategia per l’azienda competitiva e vincente nel proprio business.

    » Corso a catalogo